Un altro angolo di Ymir: Meridian, la città delle maschere

Meridian uffizi

Vi ho già parlato di Ymir più volte in passato, ma oggi voglio soffermarmi su una città in particolare: Meridian, la cosiddetta “città delle maschere” per via delle tradizionali, elaboratissime maschere indossate dalla nobiltà locale; capitale dell’omonima Repubblica.
Una città unica, costruita sopra un’importante corso d’acqua e con accesso relativamente facile ad una straordinaria fonte di ricchezza.

Nata come semplice avamposto al limitare della giungla, è stata infatti costruita al centro di uno dei fiumi più grandi di Ymir, su un sistema di isole naturali ed artificiali. Meridian al giorno d’oggi è un importante centro commerciale e culturale, famosa per i suoi magnifici edifici sull’acqua, i suoi artisti e, soprattutto, la sua produzione di Urakron, un prezioso legno incantato di cui la giungla limitrofa è particolarmente ricca e su cui si fonda gran parte della ricchezza della Repubblica.

La Repubblica di Meridian è governata dalla Pubblica Assemblea, a cui partecipano i membri delle case nobiliari di Meridian e che ha potere legislativo ed esecutivo. A capo dell’Assemblea si trova il Presidente, che viene eletto ogni 5 anni fra i membri della stessa, e ha il compito di convocare le riunioni dell’Assemblea, oltre che di rappresentare la Repubblica. In realtà, il ruolo effettivo del Presidente nella storia è variato molto a seconda dell’uomo che ne ricopriva la carica, in alcuni casi è stata solo un ruolo nominale di rappresentanza, mentre alcuni presidenti hanno letteralmente dominato l’Assemblea. La città è divisa in 7 Quartieri, uno per ognuna delle maggiori case nobiliari della Repubblica.

Eccovi quindi una semplice mappa “visiva” di Meridian, unita a delle immagini volte a richiamare a colpo d’occhio alcune delle peculiarità dei quartieri cittadini.

Meridian

Ed ovviamente, alcuni dettagli sui singoli quartieri!

Porto Vecchio
Come è facile intuire, questo quartiere ospita quello che un tempo era il principale porto cittadino. Nonostante sia stato parzialmente distrutto durante la Guerra delle Onde ed in seguito sostituito con il nuovo quartiere portuale, Porto Vecchio viene ancora utilizzato, specialmente dalle imbarcazioni più piccole e da quelle che vogliono per un qualsiasi motivo dare meno nell’occhio. E’ anche la parte della città più vicina alla riva del fiume, per cui è spesso utilizzata come base di partenza dagli esploratori che vogliono avventurarsi nell’entroterra.
Le Gilde
Questo quartiere ospita le sedi delle principali gilde di mestiere della città, come la Compagnia degli Scudi, l’Accademia dei Cantori o la Società Mercantile. E’ anche il luogo dove vive la maggior parte della borghesia cittadina. Si tratta tendenzialmente di una zona piuttosto tranquilla e ordinata, visto che le strade sono tenute sotto costante controllo dagli armigeri delle varie gilde. Di tanto in tanto, tuttavia, la rivalità fra le corporazioni fa sì che da piccoli incidenti nascano disordini che sfociano anche in scontri armati fra i rappresentanti di gilde diverse.
Giardini
Uno dei luoghi più affascinanti della città. La leggenda vuole che i padri delle casate nobiliari cittadine piantarono al centro di questo quartiere ognuno un albero per simboleggiare la loro alleanza. Nel corso dei secoli, i loro discendenti si adoperarono per adornare lo spazio intorno all’albero della loro casata con piante ornamentali, fontane e monumenti, andando a creare una serie di lussureggianti giardini in competizione fra loro per lo sfarzo e la ricercatezza. E’ qui che la maggior parte dei nobili e dei facoltosi ama trascorrere il proprio tempo libero, non solo per la bellezza dei giardini, ma anche per i teatri e le ricercate case di compagnia che fanno bella mostra di sé lungo i canali proprio accanto ad essi.
Mercato
Senza ombra di dubbio il quartiere più vivace e rumoroso dell’intera città. Mercanzie provenienti da ogni angolo di Ymir e servizi di ogni genere vengono venduti nelle sue strade affollate ad ogni ora del giorno, e durante la notte è facile imbattersi in individui che offrono un altro genere di merci, del tipo che più si adatta alle ombre della sera.
Il Meandro
Così viene chiamato il quartiere più antico della città, abitato dalla parte più povera della popolazione. Un groviglio di vicoli sudici, antichi ponti, canali puzzolenti e passerelle scricchiolanti. Un vero e proprio labirinto in cui è facile perdere l’orientamento… o il proprio borsello.
Porto Nuovo
Un tempo due quartieri sorgevano dove ora si trova Porto Nuovo: Pescheria, che conteneva l’approdo secondario e il mercato del pesce cittadino; e il Faro, collegato alla casata nobiliare dei Vallerini. Durante la Guerra delle Onde questi ultimi tradirono le altre sette casate, alleandosi segretamente con il nemico. Per questo motivo, al termine della guerra il loro quartiere venne praticamente raso al suolo ed il governo cittadino lo utilizzò come base per costruire un nuovo porto, visto lo stato disastroso in cui versava quello più antico.
Uffizi
L’ultimo quartiere è quello degli Uffizi, sede dell’Assemblea e degli edifici governativi di Meridian. Anche il Santuario, il grande palazzo che ospita dignitari ed inviati speciali provenienti da altre razze o nazioni si trova in questo quartiere.
Una delle visioni più ricorrenti e caratteristiche di questa zona della città sono i drappelli in marcia dei Custodi, le guardie giurate dell’Assemblea, con le loro inconfondibili armature da parata e gli elmi/maschera simbolo della casata nobiliare d’appartenenza.

L’ultima volta che l’abbiamo visitata in gioco, Meridian era anche una città pericolosa, sotto il subdolo assedio di non uno, ma ben due temibili principi demoni, che l’avevano avvolta in una rete di menzogne ed illusioni.

Sentitevi pure liberi di prendere Meridian e piazzarla da qualche parte dentro il vostro setting, o di usarla come ispirazione per le vostre avventure!