Against the Darkmaster – Ora su Kickstarter

Volevo scrivere questo articolo prima, ma la gestione della campagna ha letterlamente risucchiato tutto il mio tempo, lasciandomi veramente poco spazio per altro.

Ebbene sì, Against the Darkmaster, il gioco Epic Metal Fantasy ispirato al glorioso GiRSA, è finalmente sbarcato su Kickstarter!
E non solo, in poche ore ha raggiunto il suo target ed in meno di una settimana ha già quasi doppiato la cifra di finanziamento iniziale!

Siamo rimasti veramente senza parole per lo straordinario supporto ricevuto, e ci tenevo a ringraziarvi personalmente tutti quanti. Siete veramente fantastici!

Per chi si fosse sincronizzato solo ora, Against the Darkmaster è un GDR cartaceo, ispirato ai classici dell’Epic Fantasy (pensate a libri come Il Signore degli Anelli, o La Ruota del Tempo, e a film come Willow o Taron e la Pentola Magica) e alla musica Heavy Metal.

E’ un gioco pensato per portare azioni eroiche, epiche cerche, e brutali combattimenti direttamente al vostro tavolo!

Se non vi fidate di me, andate a leggervi la recensione su Caponata Meccanica, o scaricatevi direttamente le Regole Base in italiano!

E pensate che le Regole Base sono solamente un assaggio! Il regolamento completo sarà un vero e proprio tomo di sapere arcano contenente:

  • 12 Stirpi, 13 Culture, 6 Vocazioni e dozzine di Opzioni di Opzioni di Background diverse;
  • Regole espanse per la gestione dei Viaggi e la generazione dei Rifugi, luoghi dove i vostri eroi potranno nascondersi dal Darkmaster e intraprendere varie attività fra un’avventura e l’altra;
  • Nuove opzioni per armi e combattimento, e ovviamente nuovi truculenti Colpi Critici;
  • Più di 300 incantesimi;
  • Linee guida per aiutare il GM a condurre il gioco, costruire nuove avventure, e creare il proprio Darkmaster;
  • Un bestiario completo di più di 50 creature diverse;
  • Shadows of the Northern Woods, un’epica campagna divisa in tre parti.

E molto altro!

Molti di voi ci domandano se il gioco verrà tradotto in italiano, e la risposta è ovviamente sì!

Questo Kickstarter, però, è dedicato all’edizione inglese del gioco. Siamo un team molto piccolo, e ci teniamo a garantire la massima qualità possibile. Un’edizione bilingue significa il doppio del lavoro, e rischia di andare a influire sulle tempistiche e sulla qualità finale dei prodotti.

In altre parole, l’edizione italiana si farà, ma dovrà attendere quella inglese prima di partire.
Ma non vi preoccupate, stiamo già pensando ad ringraziamento speciale per gli eroi italici che hanno deciso di sostenerci anche in questa raccolta fondi per l’edizione inglese.
E, ovviamente, più italiani parteciperanno alla campagna, più i tempi per l’edizione italiana si accorceranno!

Cosa state aspettando, dunque? Unitevi alla battaglia su Kickstarter e e aiutateci a sconfiggere le orde del Darkmaster!

Il Santuario di Blogath

Oggi Qi-Long ospita la creazione del buon Tommaso Galmacci: un breve ma ben congegnato dungeon, zeppo di orrori non morti che minacciano i poveri abitanti della Terra di Mezzo!

La mappa è presa dal fantastico blog Dyson’s Dodecahedron, come sempre una fucina di materiale ed idee, mentre le entries che la riempiono sono ovviamente originali.
Le statistiche di ostacoli, tesori e creature che popolano il dungeon sono pensate per GiRSA (o MERP, per dirla all’inglese), ma sono facilmente adattabili a qualsiasi sistema della ICE, oltre che a d&d e ai suoi cloni.

La premessa del sotterraneo – un antico santuario in cui sono rinchiusi lo spettro di una malvagia sacerdotessa ed i suoi seguaci non morti – lo rende inoltre “esportabile” in praticamente qualsiasi setting fantasy con poche modifiche.

Uno dei suoi punti di forza è sicuramente la brevità. E’ un dungeon che non si perde in chiacchiere e punta dritto al sodo, presentando chiaramente e senza troppi giri di parole le informazioni necessarie. Questo vuol dire che lo potete piazzare in un qualsiasi esagono della vostra mappa, per utilizzarlo senza preparazione alcuna qualora i PG decidessero di esplorarlo.

Ed un’altra cosa che mi è piaciuta sono gli incontri casuali legati alle zone di passaggio, che includono il “boss” del dungeon: l’idea di poter incontrare lo spettro della sacerdotessa mentre vaga per il suo santuario è veramente molto carina.

Preparatevi dunque ad entrare nel Santuario di Blogath!